Pentole e padelle sono gli strumenti primari per ogni cuoco, che sia professionale o ami dilettarsi solo in casa. Essendo questi degli oggetti che resistono molto bene nel tempo, la scelta migliore da fare è quella di fare un piccolo investimento e acquistare, sin dal principio, dei prodotti di buona qualità. Non c’è bisogno però di spendere un occhio della testa! Anzi scegliendo di acquistare tali articoli in set potremmo risparmiare molto denaro – senza fare tagli sulla qualità.

Se vogliamo assicurarci di comprare il migliore set di padelle ci basterà continuare nella lettura e consultare la lista dei migliori prodotti in commercio su www.top3elettrodomestici.it. Ma come riconoscerne uno?

Innanzitutto assicuriamoci che il set sia ben fornito. Devono esserci presenti pezzi diversi tra loro, per dimensioni e utilità. Generalmente le padelle che troviamo in questi set hanno un diametro che oscilla tra i 20 e 32 centimetri. È bene che ci siamo almeno 3 padelle di diverse dimensioni – solitamente una piccola, una media e una grande – nel nostro servizio. Se invece amiamo cucinare un cibo in particolare possiamo prendere un set che comprende delle padelle specifiche – come per esempio quella per i pancake, le uova, eccetera.

Per quanto riguarda i materiali abbiamo molta possibilità di scelta. I migliori 3 sono:

      L’acciaio inox, robusto e resistente, è anche quello più sicuro da usare in cucina. Anche le padelle professionali sono costruite con questo tipo di materia prima, e se intendiamo comprare un set che duri nel tempo e resista a ogni tipo di lesione quello in acciaio inox è perfetto per noi. L’unica pecca dell’acciaio inox sta nel fatto che, non essendo antiaderente, dovremo aggiungere acqua, olio o burro a ogni cottura;

      Proprio per ovviare a tale problema possiamo scegliere una batteria di padelle rivestite in antiaderente o teflon. Con simili padelle potremo cucinare in maniera light, ma facendo molta attenzione a non tirare via il rivestimento: in questo caso dovremo gettar via il prodotto, che potrebbe contaminare e intossicare il cibo;

      Un buon compromesso tra i due è rappresentato dalla ceramica: non fa attaccare il cibo, ed è meno delicata del teflon.